Oblò 

"Ci siamo aggrappati ai morti per non finire a fondo"  Anonimo 2015

Oblò 

"Ci siamo aggrappati ai morti per non finire a fondo"  Anonimo 2015

Oblò 

"Ci siamo aggrappati ai morti per non finire a fondo"  Anonimo 2015

Il progetto "Oblò" è una metafora di ciò che sta accadendo oggi nei Mari. Il mare, con le sue correnti, le sue acque, i suoi pesci sembra qui perdere il suo valore intrinseco che è la vita. Il mondo marino e le sue favole scompaiono. La Natura e la sua potena creatrice, si fa da parte, per lasciare spazio all'uomo con le sue finzioni e le sue false verità. Dagli oblò l'uomo guarda e viene ingannato da luci,colori, forme accattivanti che rappresentano le speranze e le illusioni. Non ci si accorge che dietro questa sperana si cela un'esca, una trappola, una menzogna.

Serena Clessi

Il progetto "Oblò" è una metafora di ciò che sta accadendo oggi nei Mari. Il mare, con le sue correnti, le sue acque, i suoi pesci sembra qui perdere il suo valore intrinseco che è la vita. Il mondo marino e le sue favole scompaiono. La Natura e la sua potena creatrice, si fa da parte, per lasciare spazio all'uomo con le sue finzioni e le sue false verità. Dagli oblò l'uomo guarda e viene ingannato da luci,colori, forme accattivanti che rappresentano le speranze e le illusioni. Non ci si accorge che dietro questa sperana si cela un'esca, una trappola, una menzogna.

Serena Clessi

Il progetto "Oblò" è una metafora di ciò che sta accadendo oggi nei Mari. Il mare, con le sue correnti, le sue acque, i suoi pesci sembra qui perdere il suo valore intrinseco che è la vita. Il mondo marino e le sue favole scompaiono. La Natura e la sua potena creatrice, si fa da parte, per lasciare spazio all'uomo con le sue finzioni e le sue false verità. Dagli oblò l'uomo guarda e viene ingannato da luci,colori, forme accattivanti che rappresentano le speranze e le illusioni. Non ci si accorge che dietro questa sperana si cela un'esca, una trappola, una menzogna.

Serena Clessi

Il progetto "Oblò" è una metafora di ciò che sta accadendo oggi nei Mari. Il mare, con le sue correnti, le sue acque, i suoi pesci sembra qui perdere il suo valore intrinseco che è la vita. Il mondo marino e le sue favole scompaiono. La Natura e la sua potena creatrice, si fa da parte, per lasciare spazio all'uomo con le sue finzioni e le sue false verità. Dagli oblò l'uomo guarda e viene ingannato da luci,colori, forme accattivanti che rappresentano le speranze e le illusioni. Non ci si accorge che dietro questa sperana si cela un'esca, una trappola, una menzogna.

Serena Clessi




Anno 2016
Tecnica Fotografia Digitale
Edizione 1/5

Anno 2016
Tecnica Fotografia Digitale
Edizione 1/5

Anno 2016
Tecnica Fotografia Digitale
Edizione 1/5

oblò
oblò
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
16
17
18
19
20
21
23

_

© 2018 Serena Clessi
All rights reserved


email — instagram — linkedin